mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi314
mod_vvisit_counterSettimana2188
mod_vvisit_counterMese corrente7463

Today: Mar 25, 2017
I più letti del mese
Area Riservata



Rns La Preghiera di Effusone 2017

 

24 ore con Gesù 2017

 

Festa Ringraziamento 2017 e Convegno diocesano Rns

 

Convocazione Diocesana Rns Festa del ringraziamento 2017

 

Rns Roveto Ardente mese di Marzo

 

Vivi la vita

 

“La Vita è la vita ! Difendila

“La Vita è la vita ! Difendila"

2_mi_piace Domenica 29 gennaio u.s. è stato promosso dal gruppo Gesù di Nazaret un incontro dal tema: “La vita è la vita, difendila”. L’iniziativa, che ha avuto una buona partecipazione, ha voluto mettere in risalto come nella nostra società si assiste ad una profonda crisi del valore della vita umana.

Da un lato, mentre si proclamano i diritti della persona umana e si afferma il valore della vita, dall’altro, forze economiche e politiche, guidate da una concezione efficientistica della società, ritengono inutile, anzi un peso la vita dei deboli, di coloro che hanno bisogno di cure, di aiuto, come sono i malati, i vecchi e i portatori di handicap; lo stesso diritto alla vita viene negato nei suoi momenti più importanti quali il nascere e il morire.

Cosa dire della vita? Per l’uomo di fede la vita è un dono, un’avventura meravigliosa, che ha la sua origine e sorgente di significato nell’amore di Dio e a Lui tutto ritornerà trasformato e glorificato.

In quest’ottica di fede il primo dovere per ciascuno è di impegnarsi per il rispetto e la tutela di ciascun essere umano dal concepimento al suo naturale tramonto.

All’evento, sono intervenuti:

-                            la Dott.ssa Roberta Cassaro, che ci ha spiegato, come dal punto di vista scientifico, la vita ha il suo inizio nel concepimento.

-                            La prof.ssa Carmela Castellana, del Centro Aiuto alla vita di Palma di Montechiaro, che ci ha parlato dell’aiuto concreto e costante a favore delle mamme e delle famiglie  in difficoltà che non intendono portare a termine la gravidanza.

Particolarmente toccanti e commoventi per tutti, sono state le testimonianze di una giovane mamma, che con semplicità di cuore e con la tenerezza di una mamma, ci ha comunicato la gioia di avere dato alla luce il figlio che non voleva avere; e quella di un giovane, dell’Associazione per la vita mondo X di Favara, che raccontando il suo turbolento percorso di vita ci ha fatto riflettere, toccando le corde del nostro cuore, di come, di fronte a qualsiasi difficoltà sia importante non mollare e dire “Si alla vita”.

La voce di Federica Bellomo che ha letto “l’Inno alla vita di Madre Teresa di Calcutta, accompagnata musicalmente da Marika Garlisi ha concluso l’incontro.

Ci siamo lasciati con l’impegno di fare tesoro delle testimonianze e delle riflessioni fatte per poter accettare e diffondere la cultura della vita.

Giuseppe Cacciato

 

Roveto Ardente Rns

 

Amoris Laetitia

amori_letitia
 

San Paolo 2017 Zona Concordia

Il Clan del Gruppo Scout AGESCI di Racalmuto
ha partecipato lo scorso 28-29 Gennaio a Cianciana

all’incontro del “San Paolo” della Zona Concordia.

scout_2

Sullo stile pastorale “…verso l’altra riva” 180 ragazzi dai 16 ai 20 anni, si sono confrontati sul coraggio di cambiare, “di passare da una condizione ad un’altra e precisamente da una presunta sicurezza raggiunta ad una sfida sempre nuova da cogliere e da cui lasciarsi spingere incessantemente”. Centro di questi due giorni è stato l’incontro con il Presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci.
scout_1 Un uomo che ha cambiato la sua vita per  lottare contro la prepotenza e l’arroganza e per aiutare i più deboli. Antoci nel 2014, infatti, ha introdotto nel Parco un nuovo protocollo per l'assegnazione degli affitti dei terreni, che prevede la presentazione del certificato antimafia anche per quelli di valore inferiore a 150 000 euro. Precedentemente,  per bandi inferiori a tale cifra, bastava  semplicemente l’autocertificazione antimafia. Il 18 maggio 2016 è stato vittima di un attentato mafioso, dal quale è uscito illeso grazie all'auto blindata e all'intervento della scorta. Il presidente è stato accolto in un clima di festa e subito ha dimostrato la sua semplicità, sedendosi a terra insieme ai ragazzi che si sono stretti attorno a Lui, facendolo sentire uno di noi.Questo NOI che ha usato più volte nel suo discorso, poiché  questo NOI, dice Antoci,  è la squadra fatta di cuore e passione che crede nei valori, nelle regole e nell’impegno che ognuno può dare. scout_3
Ai ragazzi ha detto “Voi giovani non siete, come vi dicono sempre, il futuro. No, voi siete il presente e sarete capaci invece, di costruire per voi e per noi un futuro migliore”. Due ore di confronto, due ore di esempio di vita, durante le quali non sono mancati momenti di commozione quando raccontava gli attimi dell’attentato. Ma soprattutto è stato il Presidente ad emozionarsi quando i ragazzi hanno chiesto: “Ci hai mostrato la strada, ti sei messo al nostro servizio, hai dimostrato di avere fede, di avere il coraggio di formare una nuova comunità. Sapevi di essere uno scout?”. Con gioia ha indossato il fazzolettone e ha  accolto la forcola, che rappresenta per i ragazzi R/S, la necessità di saper scegliere la strada che si vuole percorrere nella vita, quando ci si trova davanti al bivio. Antoci ha mostrato ai ragazzi e ai capi presenti, la strada della legalità.

Mara Adile

 

Quarantore 2017

f.m._Quarantore_1
 

Quarantore 2017

f.m._Quarantore_2
 

Quarantore 2017

f.m._Quarantore
 

Accompagnare Educando

 

Buon cammino alla nuova Presidenza.

Concluso il percorso assembleare dell’Azione Cattolica
della Parrocchia “Madonna del Carmelo”.

Aderire all’Azi azione_cattolica_presidenza one Cattolica significa entrare in un tessuto di relazioni autentiche che ci apre alla bellezza della diversità e della condivisione; significa fare del proprio gruppo e della propria comunità cristiana una palestra di vita e di santità, nella quale “allenare” i carismi ed esercitare delle scelte importanti, come quella democratica. Ogni tre anni, infatti, l’associazione chiama i soci a riunirsi in assemblea per rinnovarei consigli parrocchiali, diocesani e nazionali e le rispettive presidenze. La preparazione all’Assemblea diventa, così, occasione preziosa di discernimento sull’importanza di rappresentare le esigenze dell’associazione con fede, umiltà e responsabilità.Il cammino assembleareha impegnato anche la nostra associazione parrocchiale che, dopo avere festeggiato l’Adesione, giorno 8 Dicembre, ha avuto modo di eleggere il nuovo Consiglio. Giovedì 29 Dicembre, poi, i 10 consiglieri eletti si sono espressi in merito alla nuova presidenza.

Il Consiglio ha scelto Marianna Mendolia, come Presidente dell’Azione Cattolica della parrocchia Madonna del azione_cattolica_presidenza2 Carmelo per il triennio 2017-2020. A coadiuvare Mariannacon le attività dell’associazione saranno Giuseppe Zagone e Valeria Palumbo, in qualità Responsabili Acr, Martina Sardo e Cecilia Capitano, come Vice Presidenti del settore Giovani, ed i vice presidenti per il settore adulti, Luigi Giancani ed Enza Scavone.

La nuova presidenza parrocchiale, inoltre, vede la presenza di Calogero Zagone, in qualità di Segretario, di Riccardo Giancani, come Amministratore, ed Antonella Restivo, che sarà Incaricata al Web.

Agli auguri alla neoeletta presidenza, per un triennio volto alla crescita umana e spirituale, si sommano i ringraziamenti alla presidente uscente, Maria Vitello, che ha rivestito questo incarico con grande disponibilità e dedizione, intessendolo con la sua esperienza di vita e trasformandolo in contributo inestimabile per tutta l’AC.

 

la Vita è la Vita!

 

“Verso l’altra riva”

Gruppo Gesù di Nazaret

Ripensiamo la comunità alla luce della lettera Pastorale del Vescovo:

ges_nazareth

Domenica 15 Gennaio è stata presentata la lettera pastorale “Verso l’altra riva” che il Vescovo Francesco ha indirizzato alla Chiesa Agrigentina per l’anno pastorale 2016/2017.

Ci siamo soffermati a riflettere sulle indicazioni che il Vescovo ha voluto “condividere” con noi alla luce dell’icona evangelica della “traversata del lago di Gennesaret” (Mt 14.22-36).

Tanti sono i problemi pratici, scrive don Franco, i fattori culturali e le politiche familiari e personali che stanno compromettendo la serenità e la stabilità della famiglia; egli, inoltre, richiamando l’esortazione di Papa Francesco, l’ Amoris Laetitia, ci ricorda che il “bene della famiglia è decisivo per il futuro del mondo e della Chiesa; e dunque, dalla prospettiva familiare, siamo invitati a guardare al contesto delle tensioni sociali e culturali che riguardano la famiglia stessa.

Come i discepoli, che furono invitati da Gesù a precederlo sull’altra riva del lago, anche noi siamo chiamati a ripensare al nostro modo di essere comunità abbandonando le rive delle nostre parrocchie e dei nostri gruppi per aprirci sempre più al territorio che è “ il termine ultimo dell’azione pastorale della Chiesa”.

Raggiungere l’altra riva significa assumere un nuovo modo di essere, di pensare e di agire che ci permetterà di “diventare compagni di viaggio” di quanti ci vivono accanto e difronte ai quali, proprio perché presi da altri interessi, passiamo distratti.

Siamo chiamati a “risalire sulla barca”, immagine della Chiesa, consapevoli che senza Gesù non si va da nessuna parte, senza di Lui si “rischia di sprofondare nel mare della storia”; e salendo sulla barca cesserà “il vento” contrario delle difficoltà che ostacolano il nostro cammino e solo con la riscoperta quotidiana del Battesimo la nostra fede, spesso “abbozzata”, “incerta”, “vacillante”, “accomodante”, “personalistica” che pensa di poter fare a meno della comunità, diventerà una fede “matura”, “certa”, “completa”.

Siamo invitati a compiere “una nuova traversata” a divenire “chiesa in uscita” ed approdare nelle “rive” delle nostre strade, dei nostri quartieri, dei nostri condomini per incontrare chi è lontano e aspetta di essere cercato.

“Questa la nostra missione, questo il nostro modo di essere discepoli, questa la nostra sfida di essere Chiesa”.

Giuseppe Cacciato

 

Festa della Pace 2017

 

Rns Seminario di Vita Nuova 2017

 

Ciao Padre Curto

 

“Sono uscito dal Padre, sono venuto nel mondo,

ora lascio il mondo e ritorno al Padre” (Gv16,28)

padre_curto Ricordiamo con affetto il nostro parroco e amico don Calogero Curto che oggi è ritornato alla casa del Padre. Sacerdote zelante, ha amato intensamente la “sua Racalmuto” ed è stato amato, stimato e apprezzato da tutti.

Un autentico messaggero di Cristo che ha esercitato il suo ministero con inesausto entusiasmo. Ha dato il meglio di se stesso; innamorato della sua Parrocchia e dei suoi parrocchiani. Devotissimo alla Madonna delle Grazie ha speso, per tanti anni, tantissime energie per fare in modo che la festa fosse sempre più bella e sontuosa.

Amico dei giovani ne ha curato la formazione nell’oratorio intitolato a Papa Giovanni XXIII.

Visitava, finché ha potuto, gli alunni e gli studenti delle Scuole girando per le classi.

Particolarmente vicino agli anziani, che chiamava scherzosamente “i miei nonni”, e alle persone sole.

Quanti ricordi ci toccano profondamente, quante cose potremmo e vorremmo dire: ci restano in eredità il suo sorriso, i suoi sogni, i suoi ideali, i suoi desideri profondi.

“Signore misericordioso, che al tuo servo don Calogero, nel tempo della sua dimora tra noi, hai affidato la tua Parola e i tuoi Sacramenti, donagli di esultare per sempre nella liturgia del Cielo”.

Giuseppe Cacciato

 

Seminario di Vita Nuova Rns

 

Quarantore a Racalmuto 2017

 

Presentazione lettera Pastorale

 

Auguri

 

Catechesi in preparazione al Natale

 

Natale 2016

f.m._Natale_2016-1
 

Natale 2016

f.m._Natale_2016-2
 

Natale 2016

f.m._Natale_2016-3
 

Natale 2016

f.m._Natale_2016-4
 

Adorazione Eucaristica Comunitaria 2° giovedi Chiesa Del Carmelo

 
Altri articoli...
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.