Effusione RNS 2015

EFFUSIONE AL GRUPPO
“Gesù è la Gioia”

Racalmuto

Martedì 2 Giugno, nello splendido scenario della residenza estiva delle Suore Collegine nella Contrada Roveto in Racalmuto, si è concluso il Seminario di Vita Nuova, itinerario di riscoperta dei doni dello Spirito Santo, a partire dal battesimo, che ha visto coinvolti 28 giovani e adulti aderenti al gruppo.

DSCN2977

Momento centrale della giornata è stata la preghiera per una rinnovata effusione dello Spirito che essi hanno ricevuto da parte di sorelle e fratelli, anche di altri gruppi della provincia, accorsi numerosi per condividere questo gioioso momento di fede carismatica. Particolarmente lieta e commossa per la larga partecipazione è stata la giovane coordinatrice del gruppo Marianna Gueli insieme alle altre quattro sorelle, componenti del pastorale di servizio, che hanno voluto ringraziare il Signore per aver fatto rincontrare tanti fratelli della prima ora con i quali condividono il cammino del RnS.

DSCN3048

Le Tappe fondamentali del seminario sono state tenute da relatori che si sono succeduti da tutta la provincia e che hanno dato il loro prezioso contributo alla “Semina”:

Salvino Bono, Giovanni Bellanca, Franca Priolo, Don Luigi Lo Mascolo, Marcello Costantino, Giuseppina Miceli, Pietro Campo, Gaetano Lo Iacono.

Ha presieduto tutti i lavori del ritiro del giorno dell’effusione, Salvo Paratore componente del Comitato Regionale, nonché consigliere nazionale del RNS.

Dopo l’insegnamento del relatore Salvo Paratore e la pausa pranzo, nel pomeriggio il gruppo è stato raggiunto da tantissimi fratelli dei gruppi della diocesi. Mentre l’assemblea rimaneva in preghiera, Il coordinatore provinciale ha costituito 7 gruppi di preghiera per le effusioni.

- i gruppi - hanno pregato per gli effusionandi, presentandoli al Signore con grande semplicità ma con la ferma certezza che Egli avrebbe rinnovato in loro la grazia dello Spirito Santo con i suoi doni carismatici. E così è stato: a tutti e a ciascuno il Signore ha donato parole ora incoraggiamento e di sostegno nella prova, ora di discernimento, ora di un chiaro ed impegnativo mandato per l’evangelizzazione e la costruzione del Regno. Un semplice, piccolo gesto di amore, quello dell’imposizione delle mani da parte degli anziani che, con rinnovato stupore ed immensa gioia, assistevano ancora una volta alle meraviglie di Dio. DSC_0119

Il primo effetto visibile dell’abbondante effusione dello Spirito Santo è stata una nuova luce nello sguardo degli effusionati, accompagnata da una gioia incontenibile del cuore insieme all’insopprimibile desiderio di condividerla con gli altri, a partire dai propri familiari. L’esperienza dell’Amore di Dio, accolto e vissuto autenticamente nella fede, non può che suscitare gioia e insieme urgenza di proclamare, specie ai lontani, la scoperta di un Gesù vivo e vero, Signore della vita e nostro Salvatore.

E’ vero, l’esperienza ci dice che l’effusione dello Spirito non è solo un fatto privato, ma un evento di Chiesa. Questa dimensione pubblica dell’effusione dello Spirito Santo - che è per la Chiesa e per l’annuncio - è stata ben messa in evidenza da Don Luigi che, durante l’omelia, ha ripreso, in maniera sintetica e magistrale, il tema dell’effusione dello Spirito a partire dalle parole dei Padri della Chiesa e del Magistero per giungere alle indicazioni pratiche su questa esperienza di fede e di cammino: perché chiederla, come chiederla, quali le condizioni d’animo per riceverla, quali i frutti. La gioia e l’esultanza sono state la giusta conclusione dell’incontro che ha visto una rinnovata effusione su tutta l’assemblea, la quale ha ricambiato con un forte momento di ringraziamento e lode per i doni ricevuti.

DSCN3011

Fotogallery

 
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.