Fine anno AC Madonna del Carmelo

“SIATE CRISTIANI FELICI DI ESSERE CRISTIANI”

Acerrini, giovanissimi, giovani e adulti dell'azione cattolica
parrocchia Madonna del Carmelo hanno concluso l'anno di attività
appena trascorso con un momento unitario all'insegna della
condivisione e del coraggio di essere testimoni di Cristo.

Papa Francesco, in prossimità della Pentecoste, invitandoci a pregare per i martiri e i perseguitati a causa della fede, ha ricordato che esiste un legame forte che ci unisce aldilà di ogni diversità e divisione: la testimonianza dei fedeli appartenenti a Chiese e tradizioni differenti, vittime di persecuzione e violenza solo a causa della religione che professano.

Accogliendo le parole del Santo Padre, a conclusione delle attività invernali e in procinto di quelle che ci terranno impegnati durante il periodo estivo, noi bambini, giovani e adulti di azione cattolica abbiamo voluto vivere un momento di condivisione, preghiera e sano divertimento per riflettere sulla bellezza di essere cristiani e quindi testimoni di Gesù.

In Mt 10,16-20, Cristo ci esorta a non essere timorosi, a non avere paura di come e di cosa diremo nel suo nome perchè sarà lo Spirito Santo a guidarci e ad illuminarci.

É stata la storia di Aicha, una bambina Nigeriana di 9 anni scampata alla strage di Boko Harami nel Gennaio scorso ad aiutarci a comprendere la gioia, ma soprattutto la difficoltà, di essere tetimoni di Cristo nel mondo.

La sua storia, colma di sofferenza ma anche di speranza, ci ha insegnato cosa voglia dire soffrire per il Vangelo e quanto si è fortunati a poter professare liberamente il proprio credo.

Proprio in virtù di questa riflessione, la mattinata ci ha visti impegnati in una caccia al più prezioso di tutti i tesori, la parola di Dio. Gli acerrini, infatti, al termine della caccia, hanno riportato ai loro animatori il vangelo di Matteo che ci ha accompagnati per l'intera giornata.

Durante il pomeriggio, invece, si è voluto attenzionare il momento del “passaggio”, per tirare le somme del cammino fatto finora ed augurare di continuare al meglio il percorso intrapreso con nuove persone al proprio fianco e la voglia di crescere e maturare non solo in età ma anche in sapienza e grazia.

Se Matteo ci esorta ad avere coraggio nelle persecuzioni, Marco, che con il suo “Coraggio, sono io” ci ha accompagnato durante tutto quest'anno, ci rassicura della presenza di Cristo:egli, infatti, ci sta sempre accanto anche quando con riusciamo a riconoscerlo.

Ringraziandolo,dunque, per l'anno trascorso nella consapevolezza della sua presenza in mezzo a noi, vogliamo augurarci di ritrovarci nuovamente insieme a settembre perchè c'è ancora “Tanto da scoprire”.

 
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.