Il Vangelo della Creazione

Gruppo Gesù di Nazaret: Continua lo studio dell’Enciclica Laudato Si

All’uomo la responsabilità coltivare

e custodire il giardino del mondo

mondo

Procede lo studio dell’enciclica Laudato Si per il gruppo Gesù di Nazaret che, nell’ultima Domenica di novembre, ha approfondito la lettura del Capitolo II: Il Vangelo della Creazione.

Papa Francesco mette in risalto come il problema della “casa comune” riguardi tutti, credenti e non, sottolineando altresì che i doveri dei cristiani nei confronti della natura e del Creatore sono parte della loro fede.

In questo capitolo viene ripreso il racconto della creazione, dell’universo e dell’uomo, evento quest’ultimo definito come “cosa colto buona” proprio per farci riflettere sulla grande dignità conferita all’essere umano, e su come ciascuno di noi sia fortemente amato e voluto da Dio.

pancreatoreAll’inizio della creazione vi era una profonda armonia tra l’uomo e il creato, armonia che è stata interrotta dal peccato.

Nel momento in cui l’uomo ha creduto di poter “soggiogare” la terra ed avere il dominio assoluto sulle altre creature ha spezzato la naturale relazione che lo lega alla natura  e a Dio.

All’essere umano, invece, spetta la responsabilità di “coltivare e custodire il giardino del mondo”, poiché ciascuno di noi, nel creato, avanza verso la meta comune che è Dio.

Serve la consapevolezza di una comunione universale: ”Creati dallo stesso Padre, noi tutti esseri dell’Universo siamo uniti da legami indivisibile e formiamo una sorta di famiglia universale”.

Lucia Cino

 
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.