Presentata La lettera Pastorale del Cardinale Montenegro

“E ti vuole misericordioso come il Padre
Se si apre lo sguardo si spalanca il cuore
g_s_nazar

Procede il cammino formativo per il gruppo Gesù di Nazaret che, domenica 31 gennaio, si è visto impegnato nella lettura della lettera pastorale del cardinale Montenegro dal titolo “E ti vuole misericordioso come il Padre”. L’incontro è stato condiviso con i rappresentanti degli altri gruppi comunitari, a sottolineare l’importanza della divulgazione di tale documento.

La lettera si inserisce in un momento storico favorevole, quello del Giubileo straordinario della misericordia, tempo propizio per riscoprire la gioia del Vangelo che è  legata a un volto e a un nome: Gesù, Dio uomo fatto vicino ad ogni uomo. Conditio sine qua non per vivere al pieno il Vangelo è calarlo nella nostra quotidianità, adattarlo al nostro “piccolo mondo” e alla realtà che cambia. Gesù si trova nelle case malconce dei nostri centri storici, nel volto segnato dei migranti che approdano nella nostra terra, nelle speranze disattese di migliaia di giovani senza lavoro. Dobbiamo imparare a guardarci intorno con occhi diversi, con uno sguardo illuminato per non essere ciechi di fronte alla realtà che ci circonda.

Non a caso al centro della lettera pastorale vi è il racconto della guarigione del cieco di Betsaida. Come si legge nel Vangelo di Luca, “Gli condussero un cieco pregandoLo di toccarlo”. Gesù si “fa carico” del povero infermo, accompagnato da una folla che favorisce l’incontro con Lui, e gli impone le mani per guarirlo. “Ci vedi?”  gli chiese. È questo il monito rivolto a ciascuno di noi: abbiamo abbastanza fede da riuscire a leggere la realtà che ci circonda per quella che è?

Il Vangelo di Luca è un invito a riflettere sul nostro agire, un incoraggiamento ad osare rinunciando alle nostre sicurezze, a fare del limite un’opportunità, ad essere propensi al cambiamento per potere essere guariti dalla nostra cecità.

Se si apre lo sguardo, si spalanca il cuore!

 
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.