mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi124
mod_vvisit_counterSettimana124
mod_vvisit_counterMese corrente4999

Today: Ago 20, 2017
I più letti del mese
Area Riservata



Luglio 2012

Festa Madonna del Carmelo

Domenica 29 Luglio 2012 23:10

Buffon va a Medjugorje. «Ha sentito la chiamata»

Mercoledì 25 Luglio 2012 08:54

Ieri mattina Gigi Buffon è partito per la Bosnia-Erzegovina in pellegrinaggio a Medjugorje, con volo privato da Roma. Un pullmino l’ha portato a 25 chilometri di distanza, al santuario della Madonna apparsa a sei veggenti. Il portiere della Juve e della Nazionale ha viaggiato da solo. Alle radici del viaggio spirituale di Buffon c’è la fede e c’è l’amicizia con Paolo Brosio...

buffon In pellegrinaggio a Medjugorje. Ieri mattina Gigi Buffon è partito per la Bosnia-Erzegovina, con volo privato da Roma. È atterrato a Mostar alle 12.50. In aeroporto è stato riconosciuto e «assediato» da cacciatori di foto e di autografi. Un pullmino l’ha portato a 25 chilometri di distanza, al santuario della Madonna apparsa a sei veggenti. Il portiere della Juve e della Nazionale ha viaggiato da solo — sua moglie Alena e i figli sono rimasti a Torino — e ha pernottato all’hotel Villa Grace. Oggi dovrebbe ripartire per l’Italia.

L’amico Brosio. Alle radici del viaggio spirituale di Buffon c’è la fede e c’è l’amicizia con Paolo Brosio, giornalista di Retequattro, che da anni va a Medjugorje e che sull’argomento ha scritto tre libri. «Gigi — racconta Brosio — ha visitato la struttura nata da un mio progetto, le case per orfani e per anziani abbandonati. Le abbiamo costruite a Citluk, il comune di cui Medjugorje è frazione. Sono due palazzine, gestite da suore. La madre superiora si chiama suor Cornelija Kordic. Ogni pomeriggio orfani e anziani si incontrano e diventano nonni e nipoti. Gigi ha partecipato a questo momento e si è commosso. Sì, ci siamo sentiti al telefono. Siamo amici, a Forte dei Marmi abitiamo a 200 metri l’uno dall’altro. Ieri mi ha detto: “Paolo, voglio stare tranquillo. In solitudine, lontano dai riflettori”. Posso testimoniare che la sua fede è profonda e sincera. Gigi ha bisogno di pregare, di riflettere. Si è recato a Medjugorje perché ha sentito la chiamata nel suo cuore».

Tre allenatori e un presidente. A Medjugorje è stato per due volte Roberto Mancini, allenatore del Manchester City. «Ma il primo tecnico a venire con me al Santuario della Madonna — dice Brosio — è stato Sinisa Mihajlovic, che oggi è c.t. della Serbia per un “disegno superiore”. Nel mio prossimo libro, in uscita a settembre, racconterò come il trionfo del City di Mancini in Premier League vada ricondotto a qualcosa di soprannaturale. Ci sono forze che voi neppure immaginate». Mancini, Mihajlovic e anche Prandelli. Il c.t. azzurro non ha ancora visitato Medjugorje, ma Brosio fa capire che prima o poi la cosa accadrà: «Tempo fa passai con Cesare una intera giornata di preghiera. I suoi pellegrinaggi in Polonia, dopo le partite, sono stati autentici atti di fede». Non è tutto: «Il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, ha finanziato a Medjugorje il progetto dei frati francescani per aiutare gli studenti bravi, ma poveri. Borse di studio con scuola di tennis diretta da Riccardo Piatti. Da lì è uscito Marin Cilic, tennista professionista, nato a Medjugorje. Buffon si è entusiasmato per questo aspetto sportivo».

La Domenica del Monte 2012

Lunedì 09 Luglio 2012 08:03

monte1 Ore 12.00 Santuario Maria SS dei Monte. Solenne celebrazione Eucaristica Presieduta dall’Arc. Don Diego Martorana, ha concelebrato Don Gero Manganello, presenti anche Il Rettore del Santuario Don Luigi Mattina il Predicatore Don Alberto Ceneri e Don Angelo Martorana, animata dal Coro Terzo Millennio diretto dal Maestro Domenico Mannella.

La comunità racalmutese, ha saputo dare oggi, significativi segnali, di senso di compartecipazione alla vita sociale e comunitaria, a cui è chiamata a rispondere in questi particolari momenti. Una risposta agli inviti, rivolti dalla Commissione straordinaria, dalle forze dell’ordine e dai sacerdoti. Rispettare le regole in tutti i sensi, ordine disciplina e compostezza. Queste sono state le parole d’ordine a cui bisognava rispondere.  La comunità ha partecipato attivamente a tutte le funzioni religiose proposte nel nutrito programma stilato da Don Luigi e dal Comitato. Promesse portate a cavallo, che hanno veramente messo in risalto, la fede e la devozione dei racalmutesi alla Madonna, più che l’aspetto folcloristico.

Durante la Solenne celebrazione Eucaristica, della Domenica, l’assemblea raccolta in preghiera, composta e in religioso silenzio, ha apprezzato, l’omelia di Don Diego il quale, commentando il Vangelo delle nozze di Cana, fa emergere: “la famiglia e la società oggi sono a pezzi. Le giare vuote delle nozze, richiamano l’attenzione alle difficoltà di oggi, alla crisi economica, al vuoto di ideali e di valori. Chiediamo allora alla Madonna la Virgo Fidelis, che ci aiuta a recuperare la fede, aiuto e sostegno. FATE QUELLO CHE VI DIRA’. Recuperiamo allora la fedeltà, la castità e la purezza. Chiediamo allo specchio di giustizia, più legalità, onestà, serietà, e solidarietà, a livello comunitario, ecclesiale, familiare e civile. Questi sono i sentimenti della Madonna del Monte che dobbiamo fare nostri, per ritrovarci un giorno felici in Paradiso, con Lei”.

monte2 monte3

 

Festeggiamenti in onore della Madonna del Monte 2012

Mercoledì 04 Luglio 2012 22:46

Il Rettore Sac. Don Luigi Mattina ed il Comitato sono lieti di rendere noto che Domenica mattina 8 Luglio dalle ore 10.00 alle ore 12.00 sarà possibile portare le promesse, come da tradizione e nei modi d’uso alla Madonna.

prummisione Oggi la bella notizia, il programma della Festa si arricchisce, in occasione della processione del carro trionfale La VERGINE DEL MONTE, sarà accompagnata da una seconda banda Musicale “S. Sofia” di Licata diretta dal Maestro Gaspare Graci, generosamente offerta dalla Provincia regionale di Agrigento.

Una promessa che si rinnova puntualmente ogni anno. La domenica è festa grande a Racalmuto, la Festa della Vergine onorata nel bel Santuario dove per tutto il giorno riceve generosi omaggi di fede e devozione da parte dei suoi figli.

Una promessa o "prummisione" che si identifica con un offerta in denaro e nella maniera più bizzarra e folkloristica con una allegorica salita di cavalli allegramente bardati, attraverso la lunga rampa di scale che conduce al Santuario. Sono momenti particolari e carichi di commozione, soprattutto per coloro che si trovano in sella agli animali, ma sicuri di portare alla meta la loro promessa.

L'ingresso della prummisione in chiesa è alquanto commovente e toccante, soprattutto, per chi ha vissuto particolari momenti di difficoltà e di malattia. Qui viene recitata una preghiera per impetrare la protezione della Madonna, seguita da uno scrosciante applauso. Alle 12.00 solenne celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arc. Don Diego Martorana ed animata dal coro Terzo Millennio di Racalmuto. In serata il simulacro della madonna viene condotto in processione su un artistico carro addobbato, che attraversa le vie principali del paese come continuo segno di benedizione e protezione.

…10 ANNI DI AC…

Mercoledì 04 Luglio 2012 19:52

Manifesto-AC

L’Azione Cattolica della Parrocchia Madonna del Carmelo in questo anno associativo festeggia il suo 10° anniversario. Anniversario che abbiamo deciso di festeggiare con un musical, grazie alla proposta fatta da alcuni ragazzi dell’ACR e che vede coinvolti tutti i membri dell’associazione dai grandi ai più piccoli, che si sono impegnati tantissimo per riuscire a portare in scena questo grande spettacolo. E’ bello ritrovarsi in quest’occasione con al fianco alcuni animatori con i quali abbiamo intrapreso questa scalata, con ragazzi che da accierrini sono passati nel gruppo dei giovanissimi e con altri che allora piccolissimi ora sono pronti per ricevere il sacramento della confermazione.

L’associazione nel corso di questi 10 anni si è mantenuta viva grazie ai giovani che affiancati da Don Diego non si sono mai arresi e sono riusciti a superare qualsiasi ostacolo per cercare di raggiungere la vetta più alta. Voglio dire grazie agli animatori perché hanno lavorato senza mai stancarsi per la buona riuscita dello spettacolo e un grazie a tutti i ragazzi  per la pazienza e l’impegno.”

LA PRESIDENTE

Festa Maria SS. del Monte

Mercoledì 04 Luglio 2012 09:42
Nonostante l'attenta revisione dei contributi pubblicati, ecclesiaracalmuto.it non è responsabile di ciò che è presente nei documenti e di cui si assume la responsabilità ciascun autore. Chiunque dovesse trovare eventuali inesattezze è pregato di segnalarlo allo Staff. Questo sito è stato realizzato nel rispetto delle leggi sul copyright per cui chiunque dovesse riscontrare la presenza di materiale proprio o si dovesse ritrovare fotografato, lo comunichi e, qualora lo desiderasse, provvederemo a rimuoverlo immediatamente. Grazie.